02 maggio 2012

MUFFIN CON GOCCE DI CIOCCOLATO & UN PO’ DI STORIA



Ah, i muffins! Semplici dolcetti, ricchi di sapore che possono subire innumerevoli variazioni sul tema ma che costantemente rimandano a sensazioni così confortanti! Per me sono uno dei ‘comfort food’ per eccellenza, specialmente se consumati durante il pomeriggio di una pigra domenica uggiosa, magari abbinati ad un buon libro e ad una tazza di eccellente tè bollente.

Passiamo a qualche cenno storico riguardante questi meravigliosi dolcetti inglesi ai quali, erroneamente, vengono spesso attribuite discendenze americane, ma questi soffici mini plum cake nascono nei primi anni del ‘700 nel Regno Unito .
All’epoca non erano esattamente come quelli odierni, anzi, erano composti prevalentemente da rimasugli di pane, biscotti e patate e servivano per sfamare la servitù inglese.
Naturalmente da cosa nasce cosa, e la nobiltà inglese presto si accorse del profumo invitante e del sapore avvolgente di questi dolcetti, che vennero così inseriti tra le golosità da servire durante il classico ‘tea time’.
Col passare degli anni si è giunti alla creazione di innumerevoli varietà di muffins sia dolci che salati: nel primo caso, uno dei grandi classici è appunto quello con pezzetti di cioccolata, ma sono anche molto apprezzati quelli con le mandorle (adorati da Agatha Christie ), con mele, pere, caramello, frutti di bosco, scorze di agrumi, canditi e molto altro. Nella versione salata, invece, si può passare dai salumi alle verdure, soffermandosi anche sui formaggi: otterrete delle delizie perfette per accompagnare le tavolate più informali ed arricchire le cene dell’ultimo minuto.


Lo so, ormai vi ho messo l’acquolina in bocca e volete leggere la ricetta…ma prima, se vi piacciono la cucina inglese e le buone letture, allora vi suggerisco questo libro che ho acquistato qualche anno fa, ma che rileggo spesso e volentieri.



CREME E CRIMINI – Sonzogno Editore


Un’altra ricetta sfiziosa? muffins salati con pere e brie

MUFFINS CON GOCCE DI CIOCCOLATO
(Ingredienti per 6 muffins)
190 grammi di farina 00
95 grammi di burro fuso
50 grammi di cioccolato fondente di qualità
100 grammi di zucchero
100 millilitri di latte
1 uovo
½ bustina di lievito per dolci
1 baccello di vaniglia
1 pizzico di sale

Per preparare al meglio i muffins conviene partire con la suddivisione tra ingredienti secchi e umidi.

Per prima cosa lavoriamo con quelli secchi: in un contenitore capiente mettete la farina e il lievito setacciati, lo zucchero, un pizzico di sale e il cioccolato. Abbiate cura di sceglierlo di ottima qualità e di spezzettarlo uniformemente (se lo acquistate in barrette, potete inserirlo già suddiviso in grossi pezzi in una busta in plastica, avvolgerla in un canovaccio e pestare con un mattarello: facile e anti stress!). Mescolate il tutto.

Intanto portate i forno ad una temperatura di 180° Ora lavorate gli ingredienti umidi: in un altro contenitore capiente, trasferite il burro fuso freddo (mi raccomando che non sia caldo altrimenti cuocerete preventivamente l’uovo), e aggiungete l’interno del baccello di vaniglia che preleverete con la punta di un coltello dopo averlo tagliato in due nel senso della lunghezza. Mescolate con l’ausilio di una frusta. Unite al burro ed alla vaniglia, un uovo, il latte e amalgamate per bene. Ora procedete unendo gli ingredienti umidi a quelli secchi e mescolate con cura.

Ultimo step: trasferite l’impasto in una caraffa per riempire più comodamente lo stampo da muffins precedentemente foderato con dei pirottini o con della carta forno (nel caso di quello in silicone non serve foderare, se non per necessità estetiche). Cuocete per 20/25 minuti. Quando pronti, spegnete il forno, apritelo e lasciate riposare i muffins ancora per 5 minuti prima di estrarli.

17 commenti:

Angelica ha detto...

bellissimi i muffin!Mi piacciono veramente tutti!è solo che si induriscono subito..cioè dopo 1,2 giorni..quindi bisogna consumarli tutti!

Al Cuoco! ha detto...

non sapevo che i muffins avessero una storia così antica :)
Grazie anche per il suggerimento del libro :)
ciao :)

NADIA ha detto...

@ Angelica: a parte che difficilmente durano oltre i due giorni, però devo dire che i miei non si seccano, anzi sono buoni come il primo giorno. Ti consiglio di conservarli in un contenitore con chiusura ermetica, oppure surgelali! Al momento di consumarli ti basterà passarli in forno caldo per 5 minuti e sono come appena fatti! Prova!

@ Al cuoco!: come dire...avere 300 anni e non sentirli! :)

Rossella ha detto...

Deliziosi muffin, delizioso libro e deliziosa prensentazione ! Complimenti e un abbraccione !

NADIA ha detto...

@ Rossella: grazie, sei...deliziosa! :)

I SOGNI DI CLAUDETTE ha detto...

adoro i muffin....e tu li hai presentati benissimo..complimenti
a presto da claudette

Federica ha detto...

Adoro i muffins, il dolcetto salva colazione quando si ha davvero pochissimo tempo. velocissimi e si prestano a mille varianti. davvero golosi i tuoi con le gocce. Non immaginavo avessero origini così lontane! Buona giornata, a presto

NADIA ha detto...

@ I sogni di Claudette: ti ringrazio! E sarebbero stati bene anche come complemento per il tuo pic nic!

@ Federica: si, quelli con le gocce di cioccolato sono tra i più comuni, ma il bello è che si possono fare in mille modi e anche rapidamente, quindi sono perfetti anche per le colazioni infrasettimanali.

Ely ha detto...

Grazieeeee!!!! A parte i muffin che ovviamente mi piacciono, non conoscevo la storia e grazie per l'indicazione del libro vado a cercarlo!!!! Baci

Terry ha detto...

Da amante deimmuffins, della vecchia cara Inghilterra ma soprattutto della grande Agatha ho amato ogni riga di quest post!!! ;) ...quel libromlo comprai qualche anno fà appena uscito... Non può mancarw ad una fanatica della Christie! ;)

Mammazan ha detto...

Faccio subito due cose: copio la ricetta e vado a crecare il libro!!!
Un bacione riconoscente!!

v@le ha detto...

Non conoscevo la vera storia dei muffins,
grazie per questo piccolo momento di cultura e di golosita! un bacio

NADIA ha detto...

@ Ely: figurati! Ti consiglio vivamente questo libro: sono certa che ti piacerà tantissimo!

@ Terry: direi che siamo proprio sulla stessa lunghezza d'onda!

@ Mammazan: grazie mille, sono felice che ti sia piaciuto!

@ V@le: trovo che sia sempre molto interessante andare oltre le semplici ricette e scoprire qulcosa in più sui nostri piatti preferiti. Un abbraccio!

Due Cuori e Una Padella ha detto...

Buonissimi! Dai un'occhiata anche al nostro Blog..

http://duecuorieunapadella.blogspot.it/

Ciao ciao ;)

NADIA ha detto...

@ duecuorieunapadella: passo immediatamente a curiosare. Un saluto!

frasca.mastro ha detto...

però...non lo avrei mai immaginato! è davvero affascinante scoprire la storia dei piatti, adesso per esempio sono impegnata a scoprire cosa e come mangiavano nel medioevo! un abbraccio!

NADIA ha detto...

@frasca.mastro: il medioevo è un'epoca storica che adoro e che ho avuto modo di studiare in maniera approfondita all'università. Non vedo l'ora di leggere le tue ricette a tema!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001