23 aprile 2012

RISO ROSSO ERMES CON
FAVE E PANCETTA
PER UN CONTEST DELIZIOSO


Ricettina molto particolare, forse un po’ più laboriosa del solito, ma vi assicuro: ne vale la pena!

Procediamo con ordine e parliamo un po’ dell’ingrediente principale: cos’è il riso rosso Ermes?
Si tratta una varietà di riso integrale, molto aromatica, frutto di un incrocio la varietà Venere, con granello medio e nero, e una di tipo “indica” a granello lungo, stretto e bianco.
Coltivato prevalentemente in Piemonte, tra Novara e Vercelli, questo riso stupisce per il suo colore rosso, tendente quasi al ruggine e soprattutto per il suo sapore intenso e aromatico.
E’ ricco di fibre, sali minerali, vitamine e ferro, ed è molto apprezzato anche per le sue proprietà anti ossidanti: insomma un vero toccasana!
Per quanto riguarda il suo utilizzo in cucina bisogna tenere presente che cuoce in acqua bollente in 40 minuti, ma se ne può dimezzare la cottura immergendolo precedentemente in acqua tiepida per un paio d’ore.
Questo riso non è adatto alla creazione di risotti, bensì è perfetto per le insalate e per essere abbinato come contorno a piatti di carne e di pesce. Ottimo anche abbinato a spezie ed erbe ed è eccellente se servito tiepido o freddo.

Ma ora ‘bando alle ciance’ e prepariamo questo delizioso piatto unico da servire tiepido!

E già che ci sono è proprio il caso di dire che prendo due piccioni con una fava, dato che con questa ricettina partecipo al bellissimo contest di Ely di La cucina di Ely ovvero:


Un’altra insolita ricetta con il riso? Sfere di riso con radicchio rosso

RISO ERMES CON FAVE, PANCETTA E SALVIA FRITTA
(Ingredienti per 4 persone)

320 grammi di riso rosso Ermes
300 grammi di fave già sbucciate
300 grammi di pancetta
Prosecco (o vino bianco secco) q.b.
8 grosse foglie di salvia
Faina q.b.
Acqua gasata q.b.
Sale q.b.

Iniziate con preparare le fave: per renderle più digeribili, sbollentatele per un paio di minuti in acqua bollente, poi fermatene la cottura in acqua fredda ed infine privatele della pellicina esterna. Tenetele da parte.

Cuocete il riso rosso per circa 40 minuti in acqua bollente leggermente salata (oppure per 25 minuti se lo avete precedentemente messo in ammollo in acqua tiepida per un paio d’ore).

Quando il riso sarà quasi pronto, fate saltare la pancetta tagliata a cubetti in un tegame con un filo d’olio extravergine di oliva , e sfumatela con mezzo bicchiere di prosecco. Se volete rendere il piatto più leggero, potete trasferire la pancetta su un piatto prelevandola con un mestolo forato ed eliminare il grasso che avrà rilasciato nel tegame, infine, rimettetela in padella, unitevi le fave e il riso che avete scolato.

Saltate il tutto per un paio di minuti, in modo da amalgamare tutti gli ingredienti, poi togliete dal fuoco e lasciate intiepidire. All’occorrenza regolate di sale e completate con un filo di olio extravergine di oliva a crudo.

Intanto, in un altro tegame,  portate a temperatura abbondante olio extravergine di oliva (o eventualmente di semi di girasole), e preparate la salvia: lavate e asciugare le foglie, poi passatele in acqua gasata freddissima ed infine nella farina scuotendone l’eccesso. Appena l’olio sarà caldo, tuffate le foglie infarinate di salvia e friggetele per un paio di minuti o fino a doratura.

Appena pronte, scolatele su carta assorbente. Procedete servendo il riso e utilizzando le foglie fritte  per completare. 

Gustate questo piatto assaporando le foglie di salvia croccanti ancora calde, e il riso tiepido.

8 commenti:

Terry ha detto...

Che bontà sto risotto!!!! E che curiosa che son di conoscere sto riso rosso! Non lo conoscevo!!! Grazie per la scoperta e complimenti per la ricetta!!!

Ely ha detto...

Grazie mille Nadia, un piatto davvero particolare e invitante! SAi che non conoscevo questo tipo di riso? Grazie per averlo regalato a me per il contest, aggiorno subito! Baci

Francesca ha detto...

Che delizia, bellissimo accostamento di sapori e colori. In bocca al lupo per il contest ^_^

v@le ha detto...

mai assaggiato il riso rosso, mi incuriosisci proprio ;)

accantoalcamino ha detto...

Adoro il riso rosso Hermes, io l'avevo usato con la salicornia (volgarmente chiamati asparagi di mare)bentornata, un bacione :-)

NADIA ha detto...

@ Terry:grazie mille, ma più che un risotto si tratta di un'insalata tiepida. Infatti, qualora dovesi trovare il riso rosso Ermes, ricordati che non è idoneo alla preparazione dei risotti, bensì è ideale per le insalate o come contorno.

@ Ely:incrocio le dita per il contest! Felice che ti sia piaciuto!

@ Francesca: Grazie mille per gli auguri!

@ V@le: ti consiglio di provarlo, è delizioso, e fa bene!

@ accantoalcamino: mmm dev'essere ottimo con la salicornia, magari anche un pò di vongole appena passate in padella con il classico prezzemolo, vino bianco e limone... una delizia!

frasca.mastro ha detto...

sicuramente lo proverò...non so se mi attira più la presentazione e il gioco di colori o la semplicità del piatto! complimenti!

NADIA ha detto...

@ frasca.mastro: bene, allora quando lo proverai ricordati di farmi sapere se ti è piaciuto. Grazie mille per i graditi complimenti.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001