06 maggio 2008

LA PERLA NERA


E con questo mi riferisco a quelle deliziose piccole gocce di sapore che sono le olive Taggiasche.
Personalmente adoro ogni qualità di oliva, ma reputo che le Taggiasche abbiano qualcosa in più, forse la loro dolcezza o il loro delicato aroma che le rende ideali in ogni tipo di preparazione.
Purtroppo credo che non si trovino in tutta Italia, ma poi che importa, in fondo con la venuta di internet possiamo reperire ogni cosa in tutto il mondo.

INFORMAZIONI TECNICHE
come già ci suggerisce il nome, queste olive sono originarie di Taggia(Imperia), e rappresentano una delle migliori qualità presenti sul mercato italiano. La zona di produzione non è limitata solo alla località di Taggia, ma è estesa lungo il litorale ligure e va dalla zona di Albenga per poi passare oltre confine e giungere fino a Monaco.
Coltivate fino ad un’altitudine di 700 m sul livello del mare, vengono spesso raccolte ancora a mano con il metodo dell’abbacchiatura (ovvero percuotendo con un bastone il ramo dell’albero in modo da far cadere le olive in una rete posizionata sotto la pianta stessa).
Importante ricordare che l’albero della Taggiasca comincia la sua produzione dopo il terzo anno di vita, ma poi continuerà a regalarci questi preziosi frutti per altri 600 anni (sì, sì, 600, chiaramente se mantenuto in ottima salute e curato con attenzione).

PROPRIETA’ BENEFICHE, CONSERVAZIONE E UTILIZZO
Come l’olio extravergine di qualità, anche le olive Taggiasche conservano proprietà importanti: ricche di sali minerali e di grassi monoinsaturi aiutano a contrastare l’insorgenza di malattie cardiocircolatorie, aiutano la digestione e sono un efficace ricostituente; tuttavia bisogna sottolineare che il loro potere calorico ne suggerisce un consumo moderato.
Le Taggiasche si trovano in commercio in vari modi ma sono da apprezzare maggiormente quelle in salamoia (ovvero conservate in una semplice soluzione di acqua e sale) oppure sott’olio ; le prime sono consigliate per la preparazione delle più svariate pietanze, mentre le seconde sono favolose se consumate in purezza.
Adatte ad ogni genere di pietanza sono ideali sia con le carni ( ad esempio: tacchino alla provenzale ), che con il pesce, ma anche come stuzzicante ingrediente per insaporire un semplice spaghetto.

12 commenti:

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Buongiorno tesoro! Che bello rileggerti! non finisco mai di ripeterlo ..quanto mi piacciono i tuoi post sono così interessanti e pieni di informazioni utili e di ricette golose. Non se mi capisci ma ritengo che tu abbia uno stile così..pulito. Chiaro.
I'm a little mess. Io sono un po' un casino!!. ..ma non mi dimentico quindi anche se in ritardo ritiro il mio bel premio (commossa tu non sai quanto) e me lo metto in bella mostra sul blog!
Grazie ancora .
Un abbraccio forte
Silvia

NADIA ha detto...

@Magnolia: quasi, quasi mi commuovo! Sei sempre gentilissima e ti devo ringraziare perchè sono proprio le persone come te che concorrono allo sviluppo di questo "blogghettino".
E ancora congratulazioni per il premio, te lo meriti!

VANESSA ha detto...

AH...MA CHE GODURIA SARANNO LE OLIVE IN SALAMOIA! devo essere sincera quelle taggiasche non l'ho mai assaggiate (non ne ho avuto mai l'occasione) ma in geneale olive e olio mi riempiono il cuore! eh si perchè è bello stare lì in autunno a prendere con le mani oliva dopo oliva o raccoglierle dopo aver scosso l'albero (mio suocero ha un uliveto e qlc anche nel campo davanti casa)...è bello vedere le distese di ulivi sono degli alberi bellissimi con del carattere! saranno un po' rugosi ma sanno di antico poi se vai in puglia e se hai tanta ammirazione come me per queste piante puoi raggiungere l'amice della soddisfazione!!!!

Nepitella ha detto...

Ciao Nadia! che buonissime le olive taggiasche e che interessante (come sempre) il tuo post:D mi hai venir voglia di un caviale di melanzane, porcini e olive taggiasche che faccio qundo c'è la stagione dei funghi...

Elisa - Basilico&Co. ha detto...

che buone le oliveeeee!!!!
In questi giorni non ho seguito molto il blog e i vostri blog... un po' di cose da fare e stanchezza..
vediamo se riesco a riprendermi!

Uvetta ha detto...

Anche a me piacciono un mondo le olive taggiasche, soprattutto denocciolate e sott'olio...buone dappertutto ma sulla faccenda degli spaghetti hai ragione in pieno :-)

NADIA ha detto...

@Vanessa: gli ulivi, simbolo del mediterraneo, dell'Italia e soprattutto della buona tavola! Hai proprio ragione, in autunno la coltura delle olive è una delle cose più belle (insieme alla vendemmia), ma è ancora meglio gennaio quando troviamo l'olio novello. :)
@Nepitella: caviale di melanzane? Ma che meraviglia!
@Elisa: magari è anche un pò l'arrivo della primavera? Bè, se ti può essere di consolazione io sto lavorando come una matta in questo periodo, ma il blog non lo abbandono!!!
@Uvetta: anche sulla pizza (e una bella focaccia ligure? A quest'ora ci vorrebbe proprio!)

unika ha detto...

buone le olive e le informazioni che metti nei post sono molto interessanti e belle da leggere...complimenti
Annamaria

brii ha detto...

quanto mi piace il tuo blog, nadia!!
bacioniiii

NADIA ha detto...

@unika e brii: grazie ragazze, siete sempre infinitamente gentili! :)

Gunther K.Fuchs ha detto...

bellissimo post sulle olive mi paice molto

NADIA ha detto...

@gunther: grazie, mi fa molto piacere!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001