07 maggio 2010

UN RISOTTO DA MENU


Ebbene, come credo capiti a molti, non sempre si ha tempo di fare la spesa e quindi ci si deve ‘arrangiare’ con quello che si ha in casa.
Questa rappresenta per me una sfida sempre molto piacevole dato che mi permette di creare piatti originali, frutto di creatività ed inventiva.
Il risultato di tutto ciò è stato questo delizioso risotto che, aldilà di ogni aspettativa, replicherò sicuramente anche all’interno di menu più complessi. Ho trovato che il sapore deciso, seppur dolce della pancetta si sposi perfettamente sia con la delicatezza dei porri che con la nota fresca della maggiorana.
Gli ingredienti di base si possono facilmente trovare in casa, specialmente se si ha l’abitudine costante di cucinare: pancetta. porri e maggiorana. Basta aggiungere un buon riso carnaroli di qualità e il gioco è fatto.


RISOTTO CON PORRI, PANCETTA E MAGGIORANA(Ingredienti per 4 persone)

300 grammi di riso carnaroli
170 grammi di pancetta dolce
2 porri
10 rametti di maggiorana
noce moscata q.b.
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 cucchiai di parmigiano reggiano
½ cipolla
½ litro di brodo vegetale
vino bianco secco
sale e pepe q.b.

Lavate sotto acqua fredda corrente i porri, asciugateli e affettateli finemente; successivamente, su un tagliere riducete a striscioline di 2 centimetri di lunghezza la pancetta dolce.

In una pentola (meglio se in terracotta e se poggiata su apposito spargifiamma) fate scaldare 3 cucchiai di olio extravergine di oliva , poi unite i porri tritati e con un cucchiaio mescolate lasciando imbiondire per qualche istante.

A questo punto unite la pancetta: fatela rosolare per un paio di minuti in modo da consentirle di emanare tutti i suoi ‘succhi’. Aggiungete il riso, continuando a mescolare e lasciatelo tostare finchè non assumerà una velatura lucida.

Ora irrorate con il vino bianco secco, lasciate sfumare e portate a cottura unendo un mestolo di brodo vegetale caldo quando la preparazione lo richiede.

A cottura ultimata, spegnete la fiamma, incorporate un paio di cucchiai colmi di parmigiano reggiano, le foglie di maggiorana, regolate di sale e di pepe, spolverate con della noce moscata appena grattugiata e mantecate mescolando delicatamente dall’alto verso il basso in un unico senso.

Servite decorando con un paio di rametti di maggiorana fresca.

9 commenti:

accantoalcamino ha detto...

Carissima Nadia, sono passata per un saluto e ti trovo un raffinatissimo risotto..che meraviglia!! Buon fine settimana..senza scartoffie, io sono un po' "spenta", mi manca la luce del sole!!

Ely ha detto...

ma davvero penso anche io che a volte le ricette ci vengono bene proprio perchè ci si arrangia! da copiare di sicuro questo abbinamento per il risotto ma sai che ce lo vedrei anche su una pasta? buono buono!

Luciana ha detto...

Ottimo!!!! semplice e raffinato!!! da provare!!! un bacio

Gunther ha detto...

sono iongredienti che in casi si hanno effettivamnete non è niente male

Lady Boheme ha detto...

Delizioso questo risotto, complimenti! Buon fine settimana, baci

terry ha detto...

Mix di sapori eccezionali per questo risotto! stupenda ricetta da rifare!

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com

NADIA ha detto...

@ Accantoalcamino: nemmeno io rocrdo più com'è fatta una bella giornata di sole! Dai, consolati con questo risottino!

@ Ely: concordo, andrebbe benissimo anche con un buon piatto di spaghetti o una tagliatella paglia e fieno!

@ Luciana: grazie mille, molto gentile! Spesso le cose semplici sono le migliori.

@ Gunther: interpreto...ma è così, un pizzico di creatività e via!

@ Lady Boheme: grazie mille anche a te, spero troverai occasione di provarlo.

@ Terry: un mix equilibrato e delicato. La pancetta dolve fa la differenza!

Corsi per cuoco ha detto...

Durante i nostri corsi per chi vuole diventare cuoco insegniamo ai nostri allievi quanto sia importante pensare prima al risultato che si vuole ottonere, cioè se il risotto lo si vuole legato oppure no.

In questo modo durante la cottura si procederà a girarlo oppure no in base a quanto vogliamo che il risotto sia legato oppure no.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001