13 novembre 2008

TOPINAMBUR!


Molti di voi certamente lo conosceranno ma per altri questo meraviglioso prodotto della terra potrebbe essere ancora un mistero.

Il topinambur è un tubero invernale che, specialmente in Piemonte, viene adoperato per la realizzazione di succulente pietanze quali la bagna caoda o in abbinamento ad un ottima fonduta.
Nello specifico si tratta di una radice commestibile dall’aspetto simile allo zenzero; tuttavia la consistenza è quella di una patata novella ma il sapore è sorprendentemente paragonabile a quello del...carciofo!
Il topinambur è un ingrediente spesso sottovalutato, ma ricco di agenti benefici: sali minerali, potassio, ferro, fosforo e selenio, è anche un valido aiuto per abbassare i livelli di colesterolo.

Quindi, il mio consiglio è quello di acquistare questo delizioso frutto della terra e magari potreste utilizzarlo per realizzare questo semplice risotto che vi stupirà in sapore e leggerezza.

RISOTTO AI TOPINAMBUR(Ingredienti per 4 persone)

300 grammi di riso carnaroli
250 grammi di topinambur
½ cipolla
olio extravergine di oliva q.b.
vino bianco secco q.b.
brodo vegetale q.b.
noce moscata q.b.
1 noce di burro
sale e pepe q.b.


Pulite i topinambur: con l’ausilio di un coltellino affilato privateli della buccia esterna, poi sciacquateli in acqua fredda, asciugateli con un panno e tagliateli a cubetti regolari di circa un centimetro di larghezza.

In una casseruola fate scaldare a fuoco dolce un cucchiaio di olio extravergine di oliva e unitevi la mezza cipolla che avrete precedentemente lavato e affettato finemente; lasciate imbiondire per qualche istante.

A questo punto unite i cubetti di topinambur, rosolateli, aggiungete il riso e sfumate con un bicchiere di ottimo vino bianco secco; mescolate accuratamente il tutto.

Unite un mestolo di brodo vegetale caldo, ravvivate la fiamma e lasciate cuocere per 15/20 minuti ricordandovi di mescolare di tanto in tanto e di aggiungere del brodo qualora servisse.

A cottura ultimata, togliete la casseruola dal fuoco, regolate di sale e di pepe, unite un’abbondante spolverata di noce moscata appena grattugiata e aggiungete anche la noce di burro; mescolate delicatamente dal basso verso l’alto in modo da creare una cremosa mantecatura.
Impiattate e servite immediatamente.

20 commenti:

fede ha detto...

che bella idea!! questo risottino è davvero invitante! io compro il topinambur direi una volta all'anno, non so perchè ma faccio un po' fatica a pulirlo e mi sembra che la preparazione sia lunga, ma forse non è poi così vero. Anch'io faccio sempre il risotto che è davvero eccezionale, delicato ma pieno di sapore. hai altre idee per utilizzarlo?

Onde99 ha detto...

Non ho mai assaggiato i topinambur, ma questa ricetta mi incuriosisce moltissimo!

NADIA ha detto...

@ fede: per pulirlo ti posso consigliare di armarti di un coltellino affilato e di tanta pazienza...magari scegli quelli più piccoli, dovresti riuscire meglio. E poi puoi utilizzarli anche per realizzare qualche crema da spalmare su tartine o bruschette oppure puoi tagliarli a fette piuttosto grosse, infarinarli e friggerli in olio extravergine di oliva e servirli come simpatico finger food...che ne dici?

@ Onde99: se li trovi ti consiglio di provarli, ne vale la pena, hanno un sapore davvero sorprendente!

Tiziana ha detto...

Ciao.... io li ADORO!! ma li ho sempre e solo mangiati con la bagna cauda... il risottino dovrebbe venire molto buono... bella idea brava.... lo proverò.... li ho visti al mercato ma non li ho presi.. la prossima settimana sperimento il risotto....


ciaoo

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Li avevo presi, ma me li hanno venduti talmente secchi che non li ho più fatti. Li ricercherò e voglio proprio provare questo simil-carciofo.
Sicuramente nel risotto viene valorizzato al massimo.
Ciao
Alex

NADIA ha detto...

@ tiziana: anch'io li adoro e per me sono stati una scoperta recentissima nonostante sia piemontese... E poi con la bagna caoda sono buonissimi, ma con questo risottino rimane intatto tutto il loro sapore che spicca in tutta la sua dolcezza.

@ Alex: io personalmente devo toccare con mano gli ortaggi prima di acquistarli...spesso appaiono belli e sani ma nascondono qualche difetto sostanziale! Comunque prova questo risottino, è davvero una "bomba" di gusto e salute!

Gunther ha detto...

sono decisamente buoni i topinambur, io gli faccio spesso in zuppa, proverò a farli anche con il risotto

NADIA ha detto...

@ gunther: zuppa di topinambur? Deve essere deliziosa! Così non li ho mai mangiati...ma come la fai? Tipo minestra o come vellutata?

VANESSA ha detto...

io non l'ho mai assaggiato il topinambur e nemmeno sapevo che a torino si usa per la bagna cauda! anzi a dire il vero pensavo fosse un tubero nuovo ...nel senso che non fosse radicato nella tradizione culinaria italiana! e invece mi stupisci nuovamente :)

Sere ha detto...

Ha l'aria di esser molto delicato, lo proverò!
Buona giornata.

Sere - cucinailoveyou.com

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Io li trovo buonissimi in tutti i modi. Ma con il risotto non li ho ancora provati! Buon WE

marcella candido cianchetti ha detto...

conosco bene i topinamburi,ma non avevo mai fatto l risotto ,lo proverò grazie e ciao

Carla ha detto...

Ciao Nadia!
Grazie per avermelo fatto conoscere...sarò una delle poche che non l'ha mai visto :((
Spero solo che dalle mie parti riesca a trovarlo!
Un bel risottino dunque ;)
A presto carissima
Carla

sandra ha detto...

Li ADORO!
Buonissimi.. brava Nadia!

NADIA ha detto...

@ Vanessa: sono contenta di averti fatto conoscere questo simpatico tubero che spero tu possa assaggiare presto dato che è un prodotto davvero meritevole!

@ Sere: decisamente molto delicato ma al contempo ricco di sapore!

@ Twostella: prova, sono davvero buonissimi anche in questa versione!

@ Marcella: li trovo squisiti anche così, regalano gusto e delicatezza anche ad un semplice risotto, che poi, dato il periodo quasi invernale ci sta sempre molto bene!

@ Sandra: grazie cara, sapevo che tu avresti apprezzato!

giosue della porta ha detto...

Tutti dicono che sbucciare i topinambur sia molto difficoltoso. Basta affettarli in dischi larghi 5-6 mmm e pelarli diventa un gioco da bambini.

NADIA ha detto...

@ Giosue: in effetti posso concordare con te, tuttavia bisogna anche considerare l'uso che se ne deve fare (spesso servono cubetti più grandi) e la loro dimensione. Tagliare a fette un topinambur di 3 cm di diametro rende comunque poco pratica l'operzione di sbucciamento.
Ad ogni modo sono così buoni che val la pena affronare questo piccolo disagio.

Anonimo ha detto...

avete provato a sbucciarli con il pelapatate?

Vittorio Carfagna ha detto...

è molto facile pilirlo si può anche raschiare la buccia con una spugnetta porosa è come pulire le patate novelle...io l'ho pulite con poca difficoltà con un taglierino comuque è favoloso questo topinambur oggi è stata x me la prima volta che l'ho mangiato.....

accantoalcamino ha detto...

Eccomi qui, perchè non metti la ricetta per la raccolta di Tiziana? La trovo molto utile perchè i topinambur meritano "visibilità"..bacione donna avvolta dalla neve :-D

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001