21 ottobre 2008

SAPORI CONTADINI


Quando le giornate autunnali si tingono di grigio e le prime piogge fanno capolino, amo preparare piatti dai sapori rustici, quasi contadini, che con i loro profumi d’altri tempi rallegrano le nostre tavole che troppo spesso soccombono alla frenesia che pervade le nostre vite.
Quindi regalatevi del tempo e realizzate questo risotto: un piatto unico caratterizzato dalla consistenza di un’ottima salsiccia selezionata, da un buon radicchio rosso di Chioggia e dal coronamento di un pregiato aceto balsamico di Modena tradizionale.

RISOTTO BALSAMICO CON SALSICCIA E RADICCHIO DI CHIOGGIA
(Ingredienti per 4 persone)

300 grammi riso Carnaroli
80 centimetri di salsiccia di maiale freschissima
2 grossi cespi di radicchio rosso di Chioggia
aceto balsamico tradizionale di Modena q.b.
1 cipolla rossa
2 cucchiai d’ olio extravergine di oliva
2 cucchiai di burro
2 bicchieri di vino bianco secco
brodo vegetale q.b.
noce moscata q.b.
sale e pepe q.b.

Lavate accuratamente il radicchio in acqua fredda corrente, poi tagliatelo a pezzi grossolani e tenetelo da parte.

Private la salsiccia del budello esterno e successivamente tagliatela a pezzi di circa 1 centimetro di grandezza e tenete da parte anche questa; nel frattempo scaldate abbondante brodo vegetale che avrete precedentemente preparato con il classico connubio carota-sedano-patata-cipolla e aromi di vostro piacimento.

In un ampio tegame versate due cucchiai d'olio extravergine di oliva e aggiungete la cipolla rossa tritata finemente; lasciatela imbiondire a fuoco medio per un paio di minuti.

A questo punto unite la salsiccia e fatela rosolare per bene, aggiungete il riso, sfumate con il vino bianco secco, poi aggiungete anche il radicchio e mescolate accuratamente con un cucchiaio di legno.
A questo punto irrorate con il brodo caldo, continuate a mescolare di tanto in tanto e aggiungete ancora del brodo quando la preparazione lo richiede.

Quando il riso è quasi cotto unite la noce moscata e un’abbondante macinata di pepe nero.

Fate cuocere a puntino, poi spegnete la fiamma e mantecate con il burro; mescolate il tutto dal basso verso l’alto in modo da incorporare aria e da ottenere un risotto soffice e vellutato.

Servite il risotto in piatti individuali e completate con qualche goccia di aceto balsamico tradizionale di Modena di ottima qualità.

Nota:Per preparare un buon risotto consiglio di utilizzare una pentola in terracotta dai bordi alti posizionata sul fornello piccolo e con la presenza dello spargifiamma, ma se non l’avete a disposizione va bene anche un tegame in acciaio inox.

16 commenti:

VANESSA ha detto...

adoro adoro adotro questo risotto soprattutto se amantecato con del toma o fontina...più che contadino...montanaro! :) cmq haui ragionissima dobbiamo rgalarci del tempo per riavvicarci alla cucina, alle lunghe cotture e al profumo (e non puzza) che si diffonde in cunina quando c'è una pentola sul fuoco!

manu e silvia ha detto...

Anceh noi adoriamo il risotto con il radicchio e salsiccia...e questo è prioprio il periodo ideale per prepararlo e gustarlo!!
Interesante l'uso dell'aceto balsamico..non c'avevamo mai pensato, eppure si abbina benissimo!!
baci

Ely ha detto...

che meraviglia!!!! deve essere strepitoso!!!! ciaooo
Ely

barbara ha detto...

Radicchio e salsiccia si devono sposare una meraviglia, specialmente con un buon risotto.. proverò anche l'accostamento con l'aceto balsamico, che mi incuriosisce davvero, grazie!

Claud ha detto...

Aggiungi l'aceto a fuoco spento vero? Il contrasto salato/dolce deve essere davvero interessante!

Susina strega del tè ha detto...

I risotti sono la mia passione, se poi ci aggiungi anche il radicchio, la salsiccia e l'aceto balsamico....corro!!!
^_^

NADIA ha detto...

@ Vanessa: ho scelto di mantecare con poco burro anzichè con toma o fontina dato il tocco finale dolciastro del balsamico, ma se preferisci usa pure questi formaggi saporiti...la mia è solo una scelta personale! ;)

@ manu e silvia: esattamente! E se ne avete l'occasione provate anche voi a dare un tocco in più con un buon balsamico tradizionale di Modena...sentirete che connubio interessante!

@ Ely: ben detto! ;)

@ Barbara: conferisce quella nota gradatamente dolciastra che ben si sposa con questo mix di sapori, quindi ti consiglio di provare se ami questi accostamenti dal sapore "d'altri tempi".

@ Claud: rigorosamente a fuoco spento e solo quando le porzioni sono già state fatte. In alternativa consiglio una piccola chicca: una riduzione di balsamico con qualche goccia di vino rosso corposo...una delizia!

@ Susina: serviti pure, qui c'è sempre posto! ;)

Gunther ha detto...

devo dire che la goccia di balsamico finale è una golosità, il radicchio e salciccia è un connubbio che funziona che una meraviglia

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Hai proprio ragione, un bel risotto caldo è una vera coccola. Non amo molto il radicchio ... ma con una buona salsiccia di bra, chissà ... slurp!

Camomilla ha detto...

Questo risotto è davvero qualcosa di fantastico che ristora dalla brutta stagione e, perchè no, da una brutta giornata! Complimenti!

Alex e Mari ha detto...

Qui piove a dirotto e fa freddo. Ci vorrebbe proprio un risottino come questo a scaldarmi ora. Ottimi ingredienti.
A presto
Alex

Sere ha detto...

il risotto è sempre il TOP.. uno dei miei piatti preferiti da mangiare e preparare... proverò il tuo abbinamento..
A presto..

Sere - cucinailoveyou.com

NADIA ha detto...

@ gunther: sì, ci sta davvero molto bene, l'importante è utilizzare un buon aceto balsamico tradizionale di qualità.

@ twostella: se non ami il radicchio puoi sempre sostituirlo con dei cardi o con dei carciofi quando sarà il giuto periodo, che ne dici?

@ camomilla: è vero, è un toccasana ristoratore sia per il fisico che per l'anima.

@ alex: ingredienti di qualità per un piatto sublime!

@ sere: se lo provi fammi sapere se ti è piaciuto...secondo me questa è una pietanza che sicuramente riscontrerà grandi consensi!

salsadisapa ha detto...

è davvero una pacchia l'autunno: ci sono dei prodotti eccellenti e c'è tanta voglia di mangiare, contrariamente all'estate in cui si tende a voler stare leggeri ;-)
bacioni!

Elga ha detto...

Bellissimo questo risotto, poi il tocco di aceto balsamico mi conquista del tutto! Elga

nonna fusion ha detto...

Che favola il tuo risotto, ho sempre adorato il risotto al radicchio, diciamo che il tuo ha una in più.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001