24 luglio 2008

ALLA CARBONARA NON RINUNCIO

Anzi, la preparo in questa variante che sorprenderà anche i palati più esigenti grazie all’intenso sapore della salsiccia e alla freschezza dei cipollotti più teneri, ma senza dimenticare una nota aromatica data dalla paprica forte usata al posto della classica spolverata di pepe.

CARBONARA CON SALSICCIA E CIPOLLOTTI
(ingredienti per 4 persone)

320 grammi di bucatini trafilati al bronzo
3 cipollotti freschi
1 metro di salsiccia suina
4 cucchiai i paprica forte
2 uova intere
2 filetti di acciuga sott’olio
olio extravergine di oliva q.b.
sale e pepe q.b.

Lavate accuratamente i cipollotti ed eliminatene le estremità verdi, poi affettateli in rondelle dello spessore di 1 centimetro e conservateli in una scodella con acqua ghiacciata.

Mettere a scaldare l’acqua, salatela e mettetevi a cuocere la pasta (ho scelto dei bucatini trafilati al bronzo che aiutano a catturare meglio il sugo, ma in alternativa potete scegliere anche un altro tipo di pasta lunga a piacimento).

Preparate la base per il condimento: in un’ ampia padella scaldate 3 o 4 cucchiai di ottimo olio extravergine di oliva , e mettetevi a sciogliere anche i filetti di acciuga. A questo punto unite anche le rondelle di cipollotto e lasciate sfumare per qualche istante.

Preparate la salsiccia: privatela del budello esterno e riducetela in tocchetti irregolari, infine aggiungetela al tegame con i cipollotti (se preferite potete utilizzare anche della salsiccia piccante).

Saltate il tutto per 10 minuti poi aggiungete la paprica facendo attenzione a distribuirla omogeneamente su tutta la preparazione, con un cucchiaio mescolate il tutto accuratamente.

In una scodella sbattete per pochi istanti le uova che avrete regolato di sale e di pepe (non devono risultare omogenee, quindi sbattetele poco, quel tanto che basta per rompere i rossi).

Scolate i bucatini al dente e versateli nel tegame con la salsiccia, saltate il tutto, regolate di sale, spegnete la fiamma e cospargete con le uova. Grazie al calore della pasta le uova cuoceranno da sole ma senza indurirsi, conferendo così un aspetto vellutato e legando omogeneamente i sapori tra loro.

Servire subito con un’eventuale spruzzata di pepe nero appena macinato e un filo di extravergine.

18 commenti:

Giorgia ha detto...

mi piace! magari aspetto di essere al fresco in montagna per provarla, ma mi porto dietro la ricetta.

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Da provare, magari con la salsiccia di Bra!

andrea matranga ha detto...

alla faccia delle calorie....però dimmi la verità da 1 a 10 la sua bontà.....11
ciao

NADIA ha detto...

@ giorgia: effettivamente non è proprio estiva, ma 2 sere fa c'era un bel fresco dalle mie parti e avevo voglia di qualcosa di diverso dalle solite insalatone, quidi vai di carbonara!

@ twostella: con quella di Bra è il massimo!

@ andrea matranga: effettivamente non è prprio light, ma vale come piatto unico! E sulla bontà...eh, eh, 11 e lode! :)

salsadisapa ha detto...

ahhh! somiglia alla pasta alla norcina che facciamo in umbria: proprio con salsiccia e uova :-D voglio proprio provare questa variante con le acciughe!

Sere ha detto...

mariiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiia che buonaaaaaaaaaaa!!!! Super pesantuzza però per queste calde giornate! LA tengo buona x l'autunno / inverno 2008.2009
Smaaaaaaaaaaack

Alex e Mari ha detto...

Questa potrebbe piacermi anche più dell'originale!!! Che goduria.
Ciao, Alex

sandra ha detto...

Golosa!!!
Sai come prendere gli ospiti per la gola, nehhh???
:)))

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Nadia accidenti che bellissima ricetta! mi ha proprio conquistata e me la segno subito! che buona! :-) grazie mille!
Silvia

panettona ha detto...

muanche io non ci rinuncio!!!
la tua variante mi paice molto ... da provare!!!
a presto!

Camomilla ha detto...

Buona la carbonara! Con queste modifiche credo di preferirla alla versione classica... Complimenti!
Buona giornata!

Viviana ha detto...

questa è una di quelle ricette che mi paicerebbe davvero provare! la salsiccia con la'cciuga e le uova non l'ho mai porvata e non riesco neppuread immaginarne il sapore.. so già che sarà un esperimento sorprendente!!
un bacio grandeeee!!!

Cannelle ha detto...

Che coincidenza! Oggi ho fatto una carbonara e l'ho divorata! Avevo una fame di quelle da placare con qualcosa di particolarmente gustosa, i giorni scorsi solo insalate, vuoi per la fretta vuoi per il bikini!!!Ora mi sento sollevata;-)
Bacioni

FairySkull ha detto...

Bella questa carbonara !!!! Ciao lisa

Claud ha detto...

Pensa che io sono diventata vegetariana prima di scoprire al carbonara! Morirò ignorante...
:(

Carla ha detto...

Ciao Nadia, di solito la carbonara la faccio alla romana, ma questa con la paprica, i cippollotti e acciughe è da provare...
Ti auguro un buon WE
Carla

NADIA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
NADIA ha detto...

@ salsadisapa: le acciughe lasciano un profumo molto delicato e le ho introdotte solo per donare un leggero retrogusto che secondo me aiuta ad esaltare anche gli altri ingredienti!

@ sere: in effetti va bene per giornate con temperature "umane".. già in una giornata come oggi gli ingredienti si cuocerebbero da soli senza bisogno di accendere il gas...che caldo... :(

@ Alex: appunta per l'autunno.

@ Sandra: ci provo, e fin'ora non posso lamentarmi perchè ho sempre avuto riscontri positivi!

@ Magnolia: ma no, grazie a te che sei sempre carina e gentile! :)

@ Panettona: attendo riscontri!

@ Camomilla: anche a me piace di più, trovo che i sapori leghino meglio tra loro! :)

@ Viviana: e con gli stessi ingredienti puoi realizzare anche una squisita frittatona!

@ Cannelle: come si dice... quando ce vò, ce vò!

@ Fairyskull: :)

@ Claud: è un vero peccato perchè è proprio deliziosa...ma sono sicura che grazie al tuo vegetarianesimo hai imparato ad apprezzare ingredienti che nemmeno so che esistono! :)

@ Carla: anche quella alla romana è favolosa, ma ero in vena di esperimenti, anzi rivisitazioni e ne è uscita questa variante molto golosa!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001