09 maggio 2008

TORINO E': FIERA DEL LIBRO 2008

Sopra: libri, libri e ancora libri.

Non sono solita parlare di eventi e manifestazioni in generale, ma la Fiera Internazionale del Libro che come ogni anno si tiene al “ Lingotto fiere ” di Torino, merita una piccola pausa culturale.

Sotto: l'interno dell'Oval del Lingotto














Come ogni anno vi ho partecipato con entusiasmo e curiosità: milioni di volumi, centinaia di case editrici e decine di appuntamenti con scrittori e “addetti ai lavori” sono il sale di questa manifestazione.

Ma rimanendo in tema culinario ho purtroppo riscontrato una certa carenza di volumi dedicati a questo argomento; in effetti erano centinaia i libri basati su ricette e affini ma solo alcuni meritavano una sosta per la consultazione e solo

una piccola parte hanno suscitato in me la voglia di acquistarli.

Mi aspettavo anche qualcosa in più dallo spazio dedicato a “ Libro e cioccolato: l’angolo dei sensi ”, ampiamente pubblicizzato ma del quale ho apprezzato solo la parte scenografica, perché di degustazioni, concerti e letture neanche l’ombra (forse ero nell’orario sbagliato? In concreto ho visto solo una folla di golosi alla ricerca di qualcosa che di fatto non c’era... a parte i soliti testi sul cioccolato e qualche sacchetto di cioccolatini che costavano quanto un mignon di caviale).

In ogni caso ho fatto mambassa di testi letterari dei più svariati autori e ho anche trovato una perla dedicata agli chef d’Europa della quale parlerò a lettura ultimata.

Ad ogni modo la fiera del libro merita una tappa e se capitate da queste parti sappiate che avete ancora tempo fino al 12 maggio.

Infine, per coronare questa giornata piacevole mi sono regalata un pranzetto a base di sushi e tempura nel mio ristorante giapponese preferito nel centro della città, e ora, “sazia e satolla”, mi dedicherò alle letture più svariate.
A sinistra: tempura e sashimi c/o Xia - Torino -

6 commenti:

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Buongiorno Nadia! Che belli tutti quei libri, mi piace molto leggere però per motivi di tempo non riesco mai a dedicarmici come vorrei. Deve essere stupendo girare fra tutte quelle tonnelate di libri di ogni tipo..ci credo che hai fatto razzia :-D
Bello anche il ristorantino eh :-P
Buon sabato cara!
Silvia

NADIA ha detto...

@Magnolia:già, alla fiera del libro c'è sempre l'imbarazzo della scelta e ogni anno torno a casa con vagonate di libri!
Buon we anche a te.

Uvetta ha detto...

Ciao Nadia, domani andrò anch'io al salone, ma da quel che dici sull'annunciatissimo angolo dei sensi, ho già ridotto l'entusiasmo...contavo proprio su un po' di libri interessanti sul settore cibo e gourmet. Ad ogni modo ogni volta torno a casa con troppi volumi, che poi restano per troppo tempo in stand by sulla mia libreria :-)
Un sushi post salone è proprio quel che ci vuole, brava!

Carla ha detto...

Ciao Nadia e buona settimana!
Ma grazie di questo post sulla fiera del libro di torino!
Che bello..mi sarebbe piaciuto molto venire...ma come si fa? Torino è troppo distante da qui!
Anch'io sarei tornata con un camion di libri!
Un saluto e un bacio

VANESSA ha detto...

che bella la fiera del libro! a me piace leggere ma mi rimprovero sempre del fatto che leggo poco rispetto a quello che vorrei! poi mi ci metto anche io e compro libri come "inchiesta con gesù" molto interessante ma da leggere con attenzione! cmq per i libri di cucina soprattutto quelli illustrati non ce ne sono molti e quelli che ci sono non è detto che non fatti bene!

NADIA ha detto...

@tutte: l'importante è leggere!Dalla scatola dei cereali al mattino a "tomi" importanti come quello citato da Vanessa, perchè con le nostre ricette nutriamo il nostro corpo e con i libri la nostra anima, regalandole saggezza e conoscenza. :)

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001