30 aprile 2008

BUONA LA PRIMA!


Non potevo certo arrendermi in partenza e così mi sono cimentata anch’io nella realizzazione della mia prima confettura casalinga!

La cosa più entusiasmante è che mi è riuscita, e nel prepararla mi sono anche divertita un sacco, appuntando qua e là nuove idee per quelle di prossima realizzazione.

CONFETTURA DI PERE WILLIAMS E NOCI
(Ingredienti per 2 vasi da circa 300 gr)

500 grammi di pere williams*
10 noci
250 grammi di zucchero
½ busta di fruttapec 2:1

*Nota: i 500 grammi in questione sono da intendersi di frutta già pulita e senza scarti.

Per prima cosa lavate la frutta accuratamente, poi pulitela e tagliatela a pezzettini piccolissimi ma regolari.
Sterilizzate i barattoli: metteteli a bollire in una pentola (inclusi i rispettivi coperchi) per 10 minuti abbondanti, poi lasciateli asciugare e teneteli da parte fino al momento di riempirli.

In un tegamino mettete le noci a tostare per qualche minuto, poi toglietele dal fuoco e con l’aiuto di un coltello affilato sbriciolatele in piccoli frammenti.

In un tegame dai bordi alti mettete a freddo la frutta, lo zucchero e la mezza busta di fruttapec (secondo me facoltativa, ma dato che sono alle prime armi con questo tipo di preparazioni ho preferito andare sul sicuro aiutandomi con questo preparato), accendete il gas e lasciate cuocere finché non comincerà a bollire, a quel punto rimescolando spesso aggiungete le noci e calcolate 3 minuti di cottura o comunque fin quando non vedrete che la frutta ha cominciato a sciogliersi.

Prima di versare la confettura nei barattoli assaggiatene un cucchiaino freddo in modo da valutare che la consistenza sia quella giusta.

Aiutandovi con un mestolino versate la confettura nei barattoli, chiudeteli e metteteli a testa in giù per almeno 10 minuti, in questo modo si formerà il sottovuoto che permetterà la giusta conservazione dell’alimento fino a 6 mesi.

Una volta aperto il barattolo ricordatevi di conservarlo in frigo.

10 commenti:

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Io ho sempre paura per la sterlizzazione dei barattoli che non so se faccio bene. Ma mi piacerebbe tanto provare. immagino sia una soddisfazione incredibile farsi la marmellata in casa e poi puoi scegliere qualsiasi gusto!
Grazie per la ricetta me la appunto e poi..ci proverò dai!
Bacioni
Silvia

NADIA ha detto...

@Magnolia: anch'io avevo qualche dubbio per la sterilizzazione, ma mettendo i barattoli a bollire per almeno 10 minuti e poi capovolgendoli quando li hai appena riempiti non si corrono pericoli. Se poi provi fammi sapere! :)

Uvetta ha detto...

mmmm........deve essere proprio buona la tua marmellata! io certi anni con la frutta di papy divento matta, ci sono certi periodi in estate in cui via un pentolone l'altro... il fruttapec non mi fa impazzire, nel senso che preferisco la cottura lunga tradizionale, ma devo ammettere che è una bella trovata perchè è veloce e il risultato sempre perfetto! Nadia se passi da me devi ritirare un premio... ciao :-)

Ely ha detto...

pere e noci wowwww ma fatta ma se l'hai sperimentata tu la provo di sicuro!

Laura ha detto...

Bravissima! Ci riuscirò anch'io un giorno...un bacio.

unika ha detto...

è vero sono delle belle soddisfazioni realizzare queste cose da sole...complimenti
Annamaria
http://ipiaceridellavita.myblog.it/

NADIA ha detto...

@uvetta: anche io avrei preferito la preparazione artigianale, ma dato che sono alle prime armi ho scelto questo "escamotage"...:)
Grazie ancora per il premio! :)
@ely: l'altra sera l'ho provata in abbinamento a del caprino stagionato...una delizia!
@laura: tentar non nuoce!
@unika: grazie, e danno ancora più soddisfazione quando riescono bene e piacciono anche agli altri!

VANESSA ha detto...

brava nadia e bello anche il cappellino del vasetto! ;-)

NADIA ha detto...

@vanessa: sì, dà quel tocco british che a me piace molto!

NADIA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001