29 aprile 2008

IL TACCHINO SUONA SEMPRE DUE VOLTE


Questo titolo mi è venuto così, non fateci caso, tanto ormai lo sapete.
Ma passiamo a cose serie: il tacchino è una delle carni che si adattano alle preparazioni più svariate: al forno, alla griglia, impanato ecc, ma siccome ero stanca della solita “minestra” (tanto per rimanere in tema culinario) allora l’ho preparato così:

DADOLATA AROMATICA DI TACCHINO CON SAUTE’ DI CAROTE E FUNGHI
(Ingredienti per 2 persone)

2 petti di tacchino
2 carote
200 gr di funghi (quelli che preferite, anche misti)
1 cucchiaio di panna da cucina (facoltativa ma consigliata)
1 tazza di pangrattato
2 cucchiai di timo secco
2 cucchiai di origano secco
1 spicchio d’aglio
1 tazza di brodo vegetale caldo
olio extravergine di oliva q.b.
sale e pepe q.b.

Lavate e raschiate le carote, poi affettatele a dadini e mettetele a rosolare in una padella con un filo di olio extravergine di oliva, poi regolate la fiamma e aggiungete un mestolo di brodo vegetale caldo, coprite e lasciate andare per 10 minuti.

Preparate l’impanatura aromatica per il tacchino: in un piatto fondo mettete il pangrattato, aggiungete il timo e l’origano secchi sminuzzati finemente, e mezzo spicchio d’aglio tritato finemente. Mescolate il tutto e lasciate da parte.

Trascorsi i 10 minuti di cottura delle carote aggiungete i funghi, lasciate la padella scoperta e fate cuocere a fuoco moderato per altri 7/8 minuti mescolando di tanto in tanto e aggiungendo un po' di brodo vegetale se la preparazione comincia ad asciugarsi troppo.

Tagliate il tacchino a dadini e infarinatelo con il composto aromatico di pangrattato. Scaldate una padella antiaderente a fuoco molto alto e quando sarà ben calda mettete i dadini di tacchino senza l’aggiunta di nessun condimento; in questo modo il composto aromatico si tosterà, aderendo alla carne e sprigionando tutti i profumi delle spezie. Dopo 3 o 4 minuti aggiungete 4 cucchiai di olio extravergine, abbassate la fiamma e mescolate; fate andare finchè il tacchino non sarà completamente cotto.

Quando le carote e i funghi saranno pronti aggiungete un cucchiaio di panna da cucina, saltate velocemente le verdure per amalgamare bene e impiattate accompagnando con la dadolata di tacchino. Servite immediatamente.

8 commenti:

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Ah..se viene da me a suonare è bene che inizi a correre perchè sono una grande mangaitrice di tacchino :-). quindi grazie infinite per questa ricetta che mi provo proprio stasera visto che ho tutti gli ingredienti e un paio di amici a cena!
Sempre bellissimo il tuo blog
Silvia

VANESSA ha detto...

ah...nadia non si smentisce mai....fatto il post informativo ha risposto anche alle nostre domande...come? con una ricetta con l'uso dell'origano! io non la potrò sperimentare perchè l'amoruccio ama poco il tacchino e ancora meno le spezie!cmq bella ricetta il tacchino ha davvero un bell'aspetto!

Nepitella ha detto...

Ciao Nadia, mi hai fatto pensare che io il tacchino non lo mangio mai... questa ricettina però con le spezie...gnam, gnam deve essere proprio buona:D

cuochetta ha detto...

molto buona e semplice questa tua ricetta... me la appunto sicuramente!

Anna

NADIA ha detto...

@Silvia: bene, bene, prova e poi fammi sapere!
@vanessa: visto che organizzazione?! servizio completo!
Ma il tuo amoruccio non è propriamenete una buona forchetta o sbaglio?
@Nepitella: prova e vedrai! :)

NADIA ha detto...

@cuochetta: puoi appuntarla e conservarla per quando ti ritroverai con il solito tacchino noioso che non saprai più come cucinare e magari hai anche poco tempo :)

Laura ha detto...

Buono!! E poi amo le ricette non troppo complicate ma sicuramente buone solo a guardarle! Brava

VANESSA ha detto...

l'amoruccio è una buona forchetta ma non ama pollo e tacchino o cibi speziati con rosmarino o origano menta o cose varie...però se gli dai pasta, carne rossa, formaggi o affetati ti spaletta tutto in 2 secondi netti!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001